fbpx

Eic, primo Comitato Esecutivo in presenza dopo la fine del lockdown

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Convocata nella giornata di mercoledì 22 luglio l’assemblea si è confrontata su diversi temi approvando alcuni provvedimenti attesi da tempo dai cittadini della Campania

L’ultimo Comitato Esecutivo si era svolto il 18 maggio in modalità telematica a causa dell’emergenza sanitaria legata alla diffusione del Coronavirus che aveva costretto non solo l’Italia a sopportare un duro lockdown. L’assise di mercoledì 22 luglio segna finalmente il ritorno alla normalità visto che l’assemblea questa volta si è riunita in presenza nel pieno rispetto delle norme anti Covid-19.

Il Comitato Esecutivo riunito nella seduta del 22 luglio

Tra gli argomenti presi in esame ed approvati nel corso della riunione si segnalano la ratifica dell’accordo di programma per l’attuazione del Piano Operativo Ambientale Fondo Sviluppo e Coesione (FSC 2014-2020) con l’approvazione dello schema di convenzione con i soggetti attuatori per un importo di circa 180 milioni di euro, un deciso passo in avanti verso l’uscita dalla procedura di infrazione inviata all’Italia dall’Unione Europea e l’approvazione del progetto esecutivo “Intervento di riqualificazione ambientale del torrente Fenestrelle – 2° stralcio”, con lo stanziamento di oltre 2 milioni e 805mila euro per la realizzazione dei tratti di impianto fognario, oggi completamente assenti in alcune zone dei comuni di Avellino, Aiello del Sabato, Atripalda, Capriglia Irpina, Monteforte Irpino e Summonte che consentirà alle acque del torrente irpino di tornare limpide.

«L’Ente Idrico Campano ha continuato a svolgere il suo prezioso ruolo nell’ambito della programmazione e della realizzazione di opere necessarie allo sviluppo del territorio campano anche durante il lockdown» dice il Presidente Luca Mascolo. «Ringrazio per questo la struttura tecnica, il direttore Vincenzo Belgiorno e tutti i dipendenti che, nonostante le ovvie difficoltà, hanno continuato a lavorare alacremente. E oggi quel lavoro ci consente di approvare una serie di interventi attesi da tempo. È una giornata importante perché segna il ritorno a una normalità che, seppure segnata ancora dalla presenza del virus, ci consente di tornare alla piena attività per la tutela dell’ambiente e al servizio dei cittadini della Campania».

WordPress Lightbox Plugin